Carta Ittica

Carta ittica

Specie Autoctone e Alloctone

Diritti esclusivi  di pesca

Concessioni di pesca sportiva

Laghetti

Campi gara

Zone di riposo biologico

Zone no-kill


LA CARTA ITTICA DELLA PROVINCIA DI VENEZIA
Approvata con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 23 del 15.04.2014

Introduzione

 

La Carta Ittica, come indicato dagli artt. 3 e 5 della L.R. n. 19/1998 “Norme per la tutela delle risorse idrobiologiche e della fauna ittica e per la disciplina dell’esercizio della pesca nelle acque interne e marittime interne della Regione Veneto”, definisce a livello di territorio provinciale gli indirizzi programmatici e le azioni da intraprendere per il raggiungimento degli obiettivi di ordine conservazionistico e alieutico, limitatamente alla Zona A (Zona Salmonicola) e alla Zona B (Zona Ciprinicola). Più nello specifico la Carta Ittica si pone l’obiettivo di fornire indicazioni gestionali per la conservazione dei popolamenti ittio-faunistici autoctoni e di soddisfare le esigenze espresse dal mondo della pesca valorizzando il relativo indotto, basandosi sulle indicazioni fornite dai monitoraggi e dall’interazione con le Associazioni presenti sul territorio. Le indicazioni gestionali di tipo conservazionistico tendono in particolare alla salvaguardia del cospicuo numero di specie ittiche minacciate o vulnerabili, mentre quelle atte a soddisfare le esigenze alieutiche sono finalizzate a garantire un esercizio della pesca soddisfacente per il pescatore, sia sotto il profilo qualitativo sia dal punto di vista quantitativo. A tal proposito la Carta Ittica prende in considerazione anche le attività di pesca professionale e di acquicoltura nelle acque interne alle quali, seppur limitate in termini di operatori coinvolti, è stata dedicata la giusta attenzione. Il presente documento è stato redatto a distanza di 5 anni dalla precedente Carta Ittica, basandosi sulle indicazioni dei monitoraggi della fauna ittica effettuati nel corso del 2012 che hanno consentito, grazie all’impiego di metodologie standardizzate, di verificare lo stato dei popolamenti ittici della provincia, di valutarne l’evoluzione grazie al confronto con i dati delle precedenti indagini e di supportare di conseguenza dal punto di vista tecnico-scientifico gli interventi gestionali proposti (es: attività di ripopolamento, individuazione delle Zone di Riposo Biologico e delle Zone No Kill, definizione di misure di tutela della fauna ittica, ecc.). Durante la fase redazionale si è proceduto inoltre ad un confronto con le Associazioni di pesca dilettantistico sportiva, favorendo un percorso di partecipazione degli addetti che ha fornito un quadro delle esigenze del mondo della pesca sportiva e delle principali problematiche riscontrate da chi frequenta per passione le acque provinciali. Questo lavoro ha consentito di raccogliere indicazioni e proposte, permettendo di elaborare un documento quanto più possibile condiviso e frutto di un reale confronto con il mondo della pesca sportiva dilettantistica.



carta ittica 2014-2019 >>
cartografia carta ittica 2014-2019 >>
regolamento-modificato >>
prospetto-modifiche-regolamento >>
rapporto-ambientale Valutazione Ambientale Strategica >>
sintesi-non-tecnica-rapporto-ambientale >>
relazione Valutazione Incidenza Ambientale >>
cartografia-vinca-rapporto-ambientale >>
dichiarazione-sintesi-VAS >>
parere motivato commissione VAS >>
deliberazione-consiglio-provinciale-23-2014 >>